Ritorna alla home page di VacanzaInSicilia



 

La Sicilia è uno di quei pochi posti per i quali scoprirne la cucina tipica è intraprendere un vero e proprio viaggio dentro il viaggio.

Quella siciliana è una cucina ricca di sapori fragranti che stanno, come la posizione geografica dell'isola, in un delizioso equilibrio tra terra e mare. Una cultura gastronomica iscritta nella tradizione mediterranea, ricca delle diversità originate dalle differenti influenze culturali che nel corso della storia hanno trovato nella Sicilia il loro crocevia naturale.

Ecco le ricette di solamente alcuni dei piatti tipici che avrete occasione di gustare nel vostro soggiorno in Sicilia:


IL COUS COUS DI PESCE

Ingredienti: per 6 persone. 1 Kg. di semola, 1 Kg. e 500 gr. di pesce da zuppa,2 mazzi di prezzemolo, 6 cipolle, 30 gr. di peperoncino, 30 cl. di olio di oliva, 40 gr. di aglio, cannella a piacere, 500 gr. di concentrato di pomodoro, 1 limone, 100 gr. di mandorle sgusciate, alloro. 

1° fase: preparare l’acqua per la cottura a vapore della semola con alloro, limone, ciuffi di prezzemolo, una cipolla e la cannella se piace. 

2° fase: tritare 4 cipolle e soffriggere con l’olio di oliva in un tegame capiente. Non appena dorata la cipolla aggiungere il concentrato di pomodoro e riempire il tegame d’acqua. Portare ad ebollizione e far bollire per circa 45 min. . A parte preparare un pesto d’aglio, mandorle, prezzemolo e un pizzico di sale, da aggiungere poi al brodo. Quindi aggiungere i pesci precedentemente lavati e squamati, aggiustare di sale. Il pesce più appropriato per la zuppa è il bope, lo scorfano, la cernia, il grongo, la ricciola, il sauro, la serrania e la trascina. Quando il pesce è cotto e sale in superficie bisogna toglierlo dal brodo. 

3° fase: mettere la semola in un recipiente, preparare un altro recipiente con l'acqua leggermente salata e una grossa insalatiera. La semola si lavora un pò per volta, bagnandola con l'acqua e agendo in senso rotatorio con le mani. Terminato di "incocciare" (termine trapanese per definire il modo in cui si lavora la semola fino a ridurla a "cocci" cioè chicchi) condire con il sale, pepe, una cipolla tritata, prezzemolo, un succo di mezzo limone, alloro, olio e mandorle tritate. Versare il tutto nella cuscussiera con molto garbo, "a pioggia" e cuocere a vapore sull'acqua preparata inizialmente, assicurandosi che non vi sia fuoriuscita di vapore tra pentola e "cuscusiera". Appena spunta il vapore nella cuscusiera fa trascorrere un'ora affinché la semola sia cotta al punto giusto. Quindi versare la semola nell'insalatiera, versare il brodo di pesce fino a quando la semola non risulti omogenea.

4° fase: ricoprire il cous cous con una tovaglia e una coperta di lana e lasciarlo riposare per un'ora. Quindi servire con il brodo rimasto e il pesce.


LA CAPONATA DI MELANZANE 

Ingredienti: 1 kg. di melanzane turche; 400 gr. di sedano; 300 gr. di olive verdi; 50 gr. di capperi; sale; mezzo bicchiere di aceto di vino; 1 bicchiere di salsa di pomodoro; cucchiaino di zucchero.

Tagliare le melanzane a dadini e lasciarle riposare in una zuppiera con acqua e sale per circa un'ora. Lessate il sedano e tagliatelo a tocchetti, aggiungete le olive verdi snocciolate, i capperi e fate rosolare il tutto in un tegame a fuoco lento.

A parte, friggete le melanzane ben scolate e asciugate e poi unitele al resto. Fate cuocere ancora per 5 minuti, aggiungendo la salsa di pomodoro che avrete precedentemente mescolato all'aceto e allo zucchero. Fate amalgamare bene e lasciate raffreddare. Va servita fredda.


LE PANELLE

Ingredienti: 250 gr. farina di ceci; prezzemolo; sale; olio.

Setacciate la farina in una ciotola e sbattendola con la frusta, diluite con un litro di acqua fredda. Sciogliete bene i grumi e versate il composto in una casseruola a fondo pesante. Unitevi un bel pizzico di sale e mettete la casseruola sul fuoco a fiamma moderata. Mescolando continuamente con un cucchiaio di legno, fate cuocere per una ventina di minuti evitando di fare attaccare il composto.

A fine cottura aggiungete il prezzemolo tritato. Versare il composto in una forma cilindrica e lasciare raffreddare. Una volta freddo diventerà compatto e si staccherà facilmente. Sformare il composto e tagliarlo a fettine. Friggere queste fettine in abbondante olio di oliva fino a raggiungere una leggera doratura. Scolatele e passatele su della carta assorbente. Servitele caldissime imbottendo con esse dei panini.


LA PASTA FINOCCHI E SARDE

Ingredienti: 1 kg. di finocchietti di montagna; 2 cipolle; 3 acciughe salate; 50 gr. di uva sultanina; 50 gr. di pinoli; 1 bustina di zafferano; 100 gr. di polpa di pomodoro; 500 gr. di sarde fresche; 500 gr. di bucatini; olio; sale.

Lessare i finocchietti in abbondante acqua salata, scolarli e tenere da parte l'acqua di cottura. Soffriggere le cipolle e sciogliervi dentro le acciughe. Aggiungere le sarde diliscate, sfilettate e tagliate a pezzetti: fare rosolare.

Aggiungere i finocchietti precedentemente lessati tagliati a pezzetti, unire la polpa di pomodoro: fare cuocere per qualche minuto. Aggiungere l'uva, i pinoli e lo zafferano. Lessare i bucatini nell'acqua dei finocchietti, scolarli e unirli al condimento. Si può guarnire con del pangrattato tostato. Quest'ultimo va preparato in padella con un filino d'olio, rimestando continuamente.

LA PASTA ALLA NORMA

Ingredienti: 500 gr. di fusilli; 1 kg. di pomodori maturi; 4 melanzane; 100 gr. di ricotta salata; basilico abbondante; 1 cipolla; olio; sale.

Questo piatto fu ideato a Catania in onore alla Norma, la celebre opera lirica composta da Vincenzo Bellini. Friggere le melanzane tagliate a tocchetti.

Spellare i pomodori, tagliarli a pezzetti e soffriggerli in un tegame con la cipolla a fette, aggiustare di sale e fare addensare la salsa.

Lessare la pasta e quando sarà pronta unirla alla salsa e alle melanzane fritte. Spolverare di ricotta salata e guarnire con il basilico.

LE SARDE A BECCAFICO

Ingredienti: 16 Sarde fresche; 200 gr. di pangrattato; 70 gr. di uva passa; 30 gr. di pinoli; 1,5 dl. di succo d'arancia; 1 presa di zucchero; 1 cucchiaio di aceto; olio d'oliva; 1 arancia affettata; foglie di alloro; sale; pepe.

Preparare il ripieno in una terrina unendo il pangrattato, l'uva passa rinvenuta in acqua tiepida, i pinoli, lo zucchero, sale e pepe a gusto. Amalgamare gli ingredienti con un filo d'olio, il succo d'arancia e l'aceto. Lavare e spinare le sarde, quindi aprirle a libro.

Eseguire gli involtini poggiando su ogni sarda un pugnetto di farcia e arrotolandole nel senso della lunghezza. Sistemare gli involtini in una teglia, ben accostati gli uni agli altri con le code rivolte verso l'alto, alternando ad ogni rotolo una fetta di arancia ed una d'alloro. Condire il tutto con un filo d'olio e cuocere per 5 minuti nel forno già caldo.

LE SFINCI

Ingredienti: 1 kg di farina, 1 kg di patate; 1 uovo; un quarto di litro di latte; 40 gr. di lievito; zucchero o cannella o miele q.b.

Impastate la farina e le patate, dopo averle bollite e passate al setaccio. Aggiungete l'uovo, il latte e il lievito con poca acqua calda. Lavorate bene il tutto aggiungendo acqua calda fino a farla diventare un impasto soffice.

Lasciare lievitare fino a quando l'impasto non è ben gonfio. Versarlo a cucchiaiate (o modellandolo con le mani in forma di palline), nell'olio bollente.

Disponete le sfinci in un vassoio spolverandole con dello zucchero o della cannella o del miele riscaldato.

I CANNOLI ALLA RICOTTA

Ingredienti: Scorza: 250 gr. di farina bianca; 1 albume; una noce di strutto; 1 cucchiaio di zucchero; 1 cucchiaino di caffè in polvere; 1 cucchiaino di cioccolato amaro; sale; vino bianco. Ripieno: 250 gr. di ricotta 150 gr. di zucchero;50 gr. di frutta candita; 50 gr. di cioccolato amaro in scaglie.

Scorza: lavorate la farina con l'albume, lo strutto, lo zucchero, il caffè, il cioccolato amaro, un pizzico di sale e tanto vino bianco quanto ne occorre per ottenere una pasta piuttosto solida che lascerete riposare per un'ora avvolta in un tovagliolo.

Stendete la pasta con il matterello, ottenendo una sfoglia non molto sottile, dalla quale staccherete dei dischi del diametro di 10 cm. Ungete di strutto gli appositi "cannelli" ( di canna o di latta, lunghi 13 cm e del diametro di 2 cm ) attorno ai quali avvolgerete i dischi, saldando bene con l'albume il punto di congiunzione. Friggeteli in olio bollente sino a che all'interno e all'esterno, abbiano assunto un colorito brunito. Scolateli e disponeteli su carta assorbente, togliendo successivamente i cannelli.

Ripieno: passate al setaccio la ricotta e lavoratela con lo zucchero, la frutta candita ridotta a dadini e le scaglie di cioccolato. Quando gli ingredienti saranno ben amalgamati, riempite le scorze già pronte.

LA CASSATA SICILIANA

Ingredienti: 1 pan di Spagna; 1 bicchiere di vermut bianco
- per il ripieno: 500 gr. di ricotta; 300 gr. di zucchero; 50 gr. di cioccolato fondente; 50 gr. di zucca candita; 1 bustina di vaniglia.
- per la pasta reale: 200 gr. di farina di mandorle; 200 gr. di zucchero; 100 gr. di acqua; colorante verde per dolci; 400 gr. di frutta candita.
- per la glassa: 200 gr. di zucchero a velo; acqua quanto basta.

Tagliare il pan di Spagna in tre dischi e inzupparlo con uno sciroppo composto da acqua, vermut e zucchero. Preparare la pasta reale unendo la farina di mandorle, l'acqua e lo zucchero e il colorante lavorandola fino ad ottenere un impasto morbido. Stenderlo e tagliare dei rettangoli lunghi quanto l'altezza dello stampo, rotondo e preferibilmente svasato.

Foderare con i rettangoli il bordo dello stampo alternandoli a rettangoli di pan di Spagna ricavati da uno dei dischi. Porre uno dei dischi sul fondo dello stampo e versare la crema di ricotta preparata lavorando la ricotta con lo zucchero fino ad ottenerne una crema fine e poi aggiungendo la vaniglia, la zucca e il cioccolato. Coprire con l'altro disco di pan di Spagna.

Dopo aver fatto riposare per mezz'ora sformare la cassata e ricoprirla con la glassa preparata sciogliendo lo zucchero a caldo con l'acqua fino ad ottenere uno sciroppo trasparente. Versare quando è fredda. Decorare la cassata con la frutta candita al fine di ottenere un buon risultato estetico.

GLI ARANCINI DI RISO

Ingredienti per 4 persone: 400 gr. di riso, 1/2 bustina di zafferano, 150 gr. di tritato di vitello, 1/2 pomodoro pelato, 100 gr. di piselli sgusciati, 6 uova, 75 gr. di caciocavallo fresco, sale e pepe q.b., olio di semi per frittura, 100 gr. di burro, mezza cipolla, 300 gr. di farina, 300 gr. di pan grattato.

Lessate il riso e scolate bene al dente e rimescolatelo con lo zafferano, 3 uova, metà del burro e lasciate freddare. Sbollentate i piselli, scolateli e rosolateli nel burro rimasto. In un altro pentolino soffriggete la cipolla tritata, aggiungete la carne, un po' di sale e pepe, il pomodoro pelato e lasciate cuocere a fuoco basso, coprendo.

Appena questo ragù sarà pronto, mescolatelo ai piselli e passate alla preparazione degli arancini: prendete un po' dell'impasto fatto con il riso e fatene una conchetta, versate in essa un po' di ripieno, un dadino di caciocavallo fresco e coprite con altro riso, formando una palla. Passate gli arancini in farina, poi nelle uova sbattute con sale, quindi nel pan grattato. Friggete in olio abbondante.

Case vacanze | Dove alloggiare | Dicono di noi | Cosa vedere | Cosa gustare | Come arrivare | Contatti

VacanzaInSicilia.it - info@vacanzainsicilia.it - Tel. +39 3393010749 - +39 3280410307