Ritorna alla home page di VacanzaInSicilia



 

Una breve guida al patrimonio culturale e artistico di una delle zone più belle della Sicilia:


SAN VITO LO CAPO

» Speciale: Cous Cous Fest 2005

Località tra le più apprezzate di Sicilia per la bellezza della sua spiaggia dalla sabbia bianchissima lambita dal mare cristallino con incredibili trasparenze verdazzurro. San Vito Lo Capo sorge all'estremità occidentale del Golfo di Castellammare, su di un lembo di terra che si protende verso il Mare Tirreno. Adagiato in una baia sabbiosa che si distende tra il Capo S. Vito e la punta di Solanto, proprio sulle falde del Monte Monaco, questo affascinante borgo della provincia di Trapani si sviluppò sullo scorcio del XVIII secolo, intorno a un antico luogo di culto: si trattava di un piccolo santuario eretto nel corso del '200, in onore di San Vito Martire, su una preesistente cappella, divenuto nel corso dei secoli oggetto di profonda devozione e di frequenti pellegrinaggi. La leggenda narra che il compito di fondare il paese venne affidato a Santa Crescenzia ed a San Vito i quali, però, dovevano tenere fede a un patto: non girarsi mai indietro durante il percorso. Santa Crescenzia, giunta presso il luogo dove oggi sorge una cappellata a lei dedicata (meta di pellegrinaggio delle persone pigghiati ‘i scantu), si volse e divenne di pietra; San Vito, invece, portò a termine la missione che gli era stata affidata.

Il borgo, con pianta a scacchiera molto regolare, è caratterizzato poi da graziose casette bianche, e da ampie strade lungo le quali si aprono piccoli negozi d'artigianato e ristoranti dove si serve il famoso cous cous - piatto tipico della zona -, cui è dedicato il 'Cous Cous Fest', gara gastronomica internazionale che si tiene ogni anno a fine settembre. Di grande interesse, inoltre, nei pressi del centro, le grotte Racchio e Cala Mancina, ricche di testimonianze preistoriche risalenti al Paleolitico Superiore, una torre cinquecentesca, la piccola cappella (XVI secolo) di Santa Crescenzia - colei che secondo la tradizione fu nutrice del giovane S. Vito, e insieme a lui vittima delle persecuzioni di Diocleziano - e infine l'incantevole Riserva dello Zingaro, paradiso naturalistico di straordinaria bellezza.

Il suo clima, la spiaggia, il mare, le viuzze ornate di fiori, il pesce fresco, i profumi intensi e i suoi panorami offrono al turista l’occasione per una vacanza indimenticabile. Nell'intreccio di vicoli e stradine ogni anno a settembre viene riproposto il “Festival del couscus”, un capolavoro della più antica tradizione gastronomica che tiene impegnati numerosi cuochi di nazionalità diversa per la preparazione di questo particolarissimo piatto.

Case vacanze | Dove alloggiare | Dicono di noi | Cosa vedere | Cosa gustare | Come arrivare | Contatti

VacanzaInSicilia.it - info@vacanzainsicilia.it - Tel. +39 3393010749 - +39 3280410307